MUSAICO

Finalità di Musaico è stata quella di valorizzare i Musei Civici, facendoli diventare luoghi di sperimentazione e produzione culturale attraverso azioni mirate ad ampliare il target dei visitatori: dai bambini ai loro genitori e nonni, dai giovani locali ai turisti. La strategia posta alla base del progetto si fondava sulla collaborazione tra pubblico e privato, puntando sui talenti e le competenze giovanili presenti sul territorio. Vivere i musei, favorendo la partecipazione della cittadinanza.

Il 14 aprile 2016 è ufficialmente partito il progetto che ha potuto contare su un contributo da parte di Fondazione Cariplo oltre alla compartecipazione di numerosi soggetti: l’ente capofila era il Comune di Como, affiancato da Luminanda, dall’impresa sociale larioLHUB57, dall’associazione di promozione sociale L.A.L.T.R.O, dall’associazione Fata Morgana, dall’associazione Partücc, dalla cooperativa sociale AttivaMente e dall’ente di formazione Cias, le associazioni Como Concerti, XYZ e l’Accademia Galli di Como.

Il progetto si è voluto posizionare come vero e proprio museo virtuale che avesse le sue manifestazioni fisiche nei quattro musei comaschi coinvolti. Il nuovo nome Musaico – Musei Aperti Interattivi Como possiede rimanda al termine mosaico, portando con sé il senso del “grande disegno composto da più elementi”. Il “mosaico” è formato dai tanti enti coinvolti e dai quattro musei cittadini, che, in rete, promuovono i valori di apertura, partecipazione, coinvolgimento e interazione.

X