Connection – Accessibilità e giovani artisti

Un percorso artistico inclusivo e accessibile che nasce nella Seta.
Un itinerario rivolto alla cittadinanza, che mette in connessione un pubblico fragile e giovani artisti attraverso il riuso creativo della seta.

Un progetto di Luminanda nell’ambito di Pic – Piano Integrato della Cultura con la collaborazione di Museo della Seta, Setificio Paolo Carcano, Istituto dei ciechi Francesco Cavazza, MTBO Museo Tolomeo di Bologna, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, CouLture Migrante.

Connection – Magic Carpet

Con la guida dell’artista Giulio Locatelli, studenti e studentesse del primo e secondo anno del liceo artistico I.S.I.S. Paolo Carcano parteciperanno a una serie di workshop creativi volti alla realizzazione di una grande opera tessile condivisa. L’opera, creata in un’ottica di inclusione e accessibilità, sarà successivamente completata insieme a ragazzi e ragazze della cooperativa sociale Il Gabbiano, dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e del laboratorio di sartoria sociale Coulture Migrante, per poi essere presentata alla cittadinanza in un ricco calendario di eventi pubblici.

Date dei workshop 7 marzo, 21 marzo, 28 marzo, 11 aprile

EVENTI PASSATI

PRIMA PARTE Incontri formativi

15 dicembre 2021 | h. 10-12 Nicoletta Braga e Daniela Zarro
Docenti Accademia di Belle Arti di Brera Terapeutica Artistica
Focus: arte condivisa

22 dicembre 2021 | h. 10-12 Elisa Zaninotto, Roberta Goeta e Anna Buttarelli
Operatrice teatrale Luminanda
Focus: teatro e comunicazione con pubblico fragile

15 febbraio 2022 | h. 11-13 Fabio Fornasari
Direttore artistico Museo Tolomeo, Docente Accademia Galli
Focus: dispositivi di conoscenza

Museo della Seta, via Castelnuovo 9, Como
Partecipazione è a numero chiuso e su prenotazione  – informazioni segreteria.luminanda@gmail.com

Associazione Luminanda presenta Connection, un percorso artistico inclusivo realizzato in collaborazione con il Museo della Seta di Como, volto ad attivare il coinvolgimento sensoriale ed emotivo di pubblici tra loro eterogenei in un’ottica di accessibilità e di attenzione alle fragilità.
Un team composto da giovani artisti, studenti e arte-terapeuti intraprende un percorso di formazione e co-progettazione per realizzare insieme un’opera collettiva da restituire a tutta la cittadinanza. Un incontro artistico che crea un’esperienza accessibile e ricettiva nei confronti di un pubblico con disabilità.
La seta, con la sua rilevanza simbolica per il territorio comasco, è il materiale attorno a cui prenderà vita l’intero progetto e a cui il gruppo si accosterà con volontà di riuso e recupero, raccogliendo avanzi di tessuto da far rivivere attraverso il processo di creazione.

X